ITA DEU ENG Google+it

Pugnitello IGT Maremma Toscana 2010

Pugnitello IGT Maremma Toscana 2010: la piccola uva locale quasi dimenticata.

I singoli acini dalla spessa buccia pendono come minuscoli pugni ai piccoli grappoli. Se si parte da queste caratteristiche la riscoperta della rara uva Pugnitello non appare molto promettente. Ma chi vuole mantenere la varietà dei vitigni toscani, sviluppati in decine o centinaia di anni, ed apprezzare la purezza dei  loro aromi, accetta di buon grado la sfida della loro vinificazione.

Piccola ma che uva! : con la passione della torchiatura si sprigiona un aroma unico.

Per Egger e Krebser il primo imbottigliamento di questa qualità locale è stata un’ incredibile soddisfazione dell’anno 2013. A causa della sua scarsa resa il Pugnitello richiede molta passione nella torchiatura. Attraverso una lunga fase di fermentazione (21 giorni) e molti assaggi durante la fase di  maturazione l’uva  Pugnitello si trasforma in un complesso vino da invecchiamento. Trova così, come prodotto di nicchia con un ampio spettro aromatico, il suo posto fra i vini pregiati.

La cantinaLaSelva è una delle poche aziende vinicole che si è dedicata a questa piccola rara uva. Questa cresce in prossimità del pittoresco borgo di Magliano su un pendio ricco di calcare.

Il vitigno Pugnitello è stato riscoperto nel 1981 a Cinigiano a sudovest di Montalcino. Nel 1990 l’Università di Pisa era alla ricerca di vitigni locali tipici della Toscana. Su 300 vitigni rari ne scelse 13: di questi si sarebbe osservata la vinificazione. L’uva Pugnitello apparteneva alle 13 scelte e dopo il primo imbottigliamento  a fini commerciali nel 2003 venne registrata ufficialmente come vitigno riconosciuto a livello nazionale.

  • vegano,  vitigno: 100 % Pugnitello
  • rosso rubino intenso, lievemente tannico con note di ciliegia matura, Alcool: 14,5 % vol.
  • maturazione: 12 mesi in barrique francese e almeno  12 mesi in bottiglia, conservazione: 8 – 10 Anni.